METAmorphosis

Teatro TILT ha deciso di reagire alla crisi raddoppiando la propria offerta formativa per l’anno scolastico 2020-2021! Tantissime le novità, a cominciare dal percorso di Didattica Digitale Integrata: fino a che non sarà possibile ritrovarci a Teatro in tutta sicurezza, noi di TILT proponiamo a studenti e docenti di tutta Italia la possibilità di seguire il progetto Metamorphosis per tutto il primo quadrimestre.

Caricheremo infatti, su piattaforma concordata, quattro video episodi della durata di circa 20 minuti sul tema della metamorfosi biologica, sociale, psicologica, culturale che mai come in questo momento i giovani stanno vivendo tra mille difficoltà. Al termine della visione di ciascun episodio sarà possibile concordare uno o più incontri in diretta streaming con gli artisti di TILT, per discutere del materiale visionato e raccogliere proposte, idee, opinioni dei ragazzi grazie alle quali la compagnia comporrà lo spettacolo dal vivo “Metamorphosis” che debutterà e sarà disponibile nei teatri dalla primavera 2021.


Il Berretto a sonagli – di Luigi Pirandello

Disponibile dal 2021 nei teatri, questa commedia resta di grandissimo impatto a distanza di oltre un secolo dalla prima rappresentazione, perché i dilemmi dell’uomo contemporaneo rispetto alla società in cui vive restano immutati. Primo tra tutti il dilemma dell’io e della coscienza a cui si contrappone l’apparire e il nascondere.

Nel Berretto a Sonagli si parla spesso del pupo, quel piccolo artefatto con cui nascondiamo l’infelice realtà ad ognuno di noi. Perché il prestigio sociale viene prima di tutto, e quel cappello da giullare che Ciampa si sente addosso ce lo sentiamo anche noi ogni volta che dobbiamo salvare le apparenze (anche a costo di pensare di dover uccidere la propria moglie). L’allestimento di TILT vuole riflettere proprio sui temi della maschera, della pazzia e sull’incontro/scontro di realtà e apparenza, e lo fa mettendo in scena uno spettacolo nuovo e dinamico, adatto al suo pubblico di ragazzi.


Cara Professoressa – di e con Beppe Casales

Gianni è un bidello di una scuola italiana. Uno studente gli regala “Lettera a una professoressa” di Don Milani. Nel libro Gianni trova la sua storia, scopre che tra la scuola che combatte Don Milani e la scuola attuale ci sono molte cose in comune, che la scuola pubblica italiana è cambiata, ma non così tanto.

Gianni racconta la sua storia scolastica e umana, con tutte le pazzie e le paranoie di un adolescente, con la musica dei Nirvana e un amore non corrisposto, ma anche con tutte le difficoltà che la scuola nasconde. Perché la scuola italiana è ancora un luogo di umiliazione, di discriminazione e di ingiustizia.

“Cara professoressa” è un canto d’amore per la scuola pubblica.

Beppe Casales fa teatro dal 1998. Ha lavorato tra gli altri con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Michela Cescon e Mirko Artuso. La sua ricerca artistica si concentra sul teatro di narrazione, un teatro popolare.

La Bottega Fantastica – di e con Alessandro Ferrara

In scena vedremo pupazzi e burattini che animati da un attore e accompagnati da una pianista, su una partitura musicale preziosa e poco nota, opera di Gioacchino Rossini,

ci trasporteranno in una immaginaria bottega di giocattolaio dove avviene l’impossibile: scoprire che anche i giocattoli possono avere un’anima. Questo spettacolo vuole essere un “luogo d’ascolto”. Un ritaglio di tempo e spazio dove si entra, delicatamente, per ascoltare musica su di una storia che viene dal passato.

Invitiamo gli alunni a scrivere dei pensieri sul giocattolo (Cos’è per me? Cosa rappresenta?) e a portarci qualche loro giocattolo, che verrà posto sul palcoscenico, creando una “scenografia affettiva” che ci accompagnerà durante l’esecuzione. Alla fine dello spettacolo ci prenderemo del tempo per leggere i pensieri degli alunni.

Per info e prenotazioni:

info@teatrotilt.com – tel. (+39) 347 6270150